Le mode passano, ma il buon costume no!

E il buon costume empolese è ricco di espressioni tanto colorite e fantasiose – per non dire astruse e strampalate – da fare invidia all’immaginazione di Walt Disney.

Non tutta farina del nostro sacco, a onor del vero: insieme a termini ed espressioni propriamente empolesi, ci sono modi di dire usati, conosciuti e condivisi in tutta la Toscana.

E checché se ne dica, il risvoltino non è decisamente l’elemento caratteristico dell’empolese DOC, ad eccezione dell’hipster empolese.

Espressioni e modi di dire tramandati orgogliosamente di padre in figlio sono decisamente il metodo più efficace e attendibile per misurare il livello di “empolesità”.

1662554_257194247793784_1312805858673655441_n

DIAMINE

Il termine “diamine” a Empoli – pardon, in Empoli – non ha un’accezione né negativa né di stupore come invece nel resto d’Italia. Tutt’altro. Questa parola pronunciata da un empolese è un “certamente” particolarmente vigoroso. La parola più amata dall’empolese DOC? Diamine!

11960045_457240007789206_1737954311110680921_n

ALL’INCONTRO

Non aprite le vostre agende: se un empolese pronuncia questa espressione non si riferisce ad un appuntamento, bensì sta indicando che qualcosa è al contrario.

10845935_351969188316289_575488044445017017_n

FARE A MICCINO

Parsimonia, nobile e antica virtù: lontano dai negozi del giro d’Empoli, “fare a miccino” significa essere parsimoniosi e usare qualcosa in piccole quantità.

CHEE

Se un empolese ha le chee, meglio mantenere la distanza di sicurezza! In altre parole, non si è alzato con il piede giusto.

10614318_304396293073579_693512097194482235_n

DEUNINA o DEUNASEGA

Stesso stupore, ma in due varianti: soft e strong. “Deunina” e “deunasega” sono l’apice della meraviglia che un empolese può esternare a parole.

RUZZO

Positivi, fantasiosi, parsimoniosi quando serve e all’occasione anche giocherelloni: a Empoli e dintorni ci s’ha i’ ruzzo.

10603331_310792025767339_7993547047935215876_n

PARTIRE IL PANE

Pane, amore e fantasia! D’altronde tagliare il pane sarebbe stato troppo banale. Se un empolese dice: “Parti il pane!”, tranquilli: non gli ha dato di barta il cervello

10514688_300969470082928_5423683897942721649_n

GNEGNERO

Quale nonno non ha esortato figli e nipoti ad usare il caro, amato e prezioso gnegnero? Gnegnero, in tutta la Toscana è sinonimo di ingegno, buon senso, giudizio.

10514531_282769731902902_6071979835135532187_n

To be continued…

Commenti

commenti

Chi ha scritto il post

Brenda Gatta

Laureata in Comunicazione Media e Giornalismo all'Università di Firenze e specializzata alla London School of Journalism, mi occupo di comunicazione e travel writing. Amo la fotografia, dal selfie al cavalletto e senza filtri, ad eccezione del bianco e nero. Mi piace la pioggia, l'odore dei libri nuovi e ho una chitarra, che prima o poi imparerò a suonare. Nel frattempo ascolto i Beatles, leggo fumetti, guardo film imprevedibili e mi perdo nelle mostre d'arte in cerca di ispirazione.