Mollare tutto, abbandonare la tranquilla routine quotidiana per rincorrere il sogno di un viaggio attraverso l’Asia sud-orientale, tra il fascino della scoperta e il brivido dell’imprevisto. Ma come mantenersi viaggiando? E dove alloggiare, come spostarsi, quali documenti occorre avere? Dopo averci raccontato il suo viaggio dall’Indonesia al Laos, ecco i consigli dell’empolese Antonio Di Guida per immergersi nell’avventura on the road.

Come mantenersi

Riesco a mantenermi vivendo una vita a basso costo con qualche soldo risparmiato avendo lavorato duramente e faticosamente in Australia. In più ricavo qualche risorsa dal sito web “Italianbackpacker” e dalla vendita delle fotografie di viaggio. Sto lavorando inoltre alla realizzazione di alcune pubblicazioni da vendere online.

  • Cibo

“Non compro assolutamente niente che non sia un bene primario, mangio il cibo locale e scelgo spesso di nutrirmi con il riso per riempire lo stomaco e fermare la fame, risparmiando i soldi per i trasporti. Conoscere la cucina del posto permette di capire più a fondo la cultura di un popolo: è stato affascinante vedere molti piatti cucinati a vapore nelle foglie del banano oppure in cocci di cocco, legno o terracotta con latte di cocco o zenzero. Tecniche lontane anni luce dalla nostra tipica cucina italiana”.

  • Alloggio

Dormo in case famiglie, alloggio in posti dove in cambio di lavoro come volontario ricevo un letto per riposare e qualche pasto, ed è sempre una meravigliosa esperienza di vita poiché oltre a risparmiare, entri nel cuore e nelle abitudini delle persone che abitano la terra in cui viaggi. Ci sono stati alcuni casi in cui sono stato sfruttato, facendo ore ed ore di lavoro per un singolo pasto, ma questa e’ la vita che può mostrarsi per tutti, basta voltare le spalle ed evadere da chi non rispetta o non tiene a cura la nostra vita e la nostra generosità per gli altri”.

  • Trasporti

Mezzi pubblici, qualche volta l’autostop, moto.

Consigli pratici: documenti ed esperienze

  • Visto

“Serve un visto turistico in ogni posto che vogliamo visitare, lo si può richiedere di volta in volta in ogni dogana, oppure all’ambasciata prima di entrare in quel territorio”.

(Scorrere in basso per informazioni più dettagliate).

  • Capacità di adattamento

“È importante avere una grande capacità di adattamento per poter vivere al meglio il viaggio e per poter vivere al meglio la terra che si intende visitare, andando a dormire in posti economici e locali tipo case famiglie”.

  • Volontariato

“Il volontariato ad esempio avvicina il viaggiatore alla terra che sta conoscendo, può essere un volontariato di tipo umanitario, oppure culturale con workshop, oppure di aiuto manuale nel costruire orti organici, capanne, strade o dipingere alcune pareti. Insomma il volontariato è un insieme di parole e di azioni che una persona può fare in cambio di vitto e alloggio, e soprattutto imparare la cultura del posto in cui lo si svolge, ricordando che la parola volontariato e’ più una parola che aiuta e insegna chi lo pratica che viceversa”.

Imprevisti: come gestirli?

“Ci sono stati alcuni imprevisti come ad esempio rimanere senza un posto per dormire arrivando in un luogo a tarda notte, quindi è capitato di dormire per terra nelle stazioni dei bus, oppure in qualche panchina o sedia, fuori aspettando l’alba.

Ritrovarsi in posti dove non si ha la possibilità di prendere nessun mezzo pubblico e quindi chiedere per ore ed ore passaggi con l’autostop, per fare solamente un centinaio di km, parlare a gesti con persone del posto perché non parlano la lingua inglese, impiegare ore per comprenderli, rimanere sporco per giorni perché non è possibile lavarsi.

A volte sono stato male a causa di intossicazioni alimentari, crampi allo stomaco o vertigini, ma sono tutte cose a cui mi sono abituato.

antonio-di-guida-manuale-viaggio-asia-2

Emozioni e documenti

  1. INDONESIA

L’aggettivo: “Energetica

Il ricordo: “L’energia che sprigionano i templi in Yogyakarta, soprattutto il tempio Borobudur, uno dei templi più importanti della religione buddista e patrimonio dell’Unesco. È un’emozione molto forte ed impattante rimanere per ore seduto a meditare accanto alle statue buddiste”.

Visto: “Rinnovabile, gratis e richiedibile alla dogana”.

  1. MALESIA

L’aggettivo: “Eterogenea

Il ricordo: “L’isola di Tioman, che  è molto wild ed ancora incontaminata dall’essere umano, piena di molte specie di pesci e coralli. Qui è possibile ammirarle facendo snorkeling. Oppure lo Street art di Ernest Zacharevic e le diverse etnie trovate nella cittadina di Georgetown”.

Visto: “Rinnovabile, gratis e richiedibile alla dogana”.

  1. THAILANDIA

L’aggettivo: “Turistica

Il ricordo: “Il calore delle persone che emanano nel voler essere sempre cordiali e felici di aiutare una persona che visita e viaggia nella loro terra”.

Visto: “Se l’entrata è via terra il visto è di 15 gg, gratis e richiedibile alla dogana, se l’entrata è via aereo il visto è di 30 gg sempre gratis, anche questo con possibilità di estenderlo e richiedibile in aeroporto. Oppure visto di 60 gg richiedibile all’ambasciata al costo di 50-60$”.

  1. CAMBOGIA

L’aggettivo: “Calda

Il ricordo: “Il colore della natura, il contrasto fra la terra color rosso fuoco, le nuvole che cascano per terra come se il mondo fosse in una bolla. Allungando una mano si può provare la sensazione di raggiungerle e toccarle, le centinaia di palme e risaie offrono un forte color smeraldo se abbagliate dalla luce del sole, e il sorriso sempre caldo e sincero di ogni abitante e bambino di questa terra”.

Visto: “30 gg, 30 $ richiedibile alla dogana con possibilità di estensione”.

  1. VIETNAM

L’aggettivo: “Contrastante

Il ricordo: “Il contrasto fra un popolo che ha subito per anni il dominio coloniale francese e che ancora oggi emerge fra strutture, luoghi e molti territori di questa area. Un’area che allo stesso tempo vuole riscattarsi costruendo nuove strutture in stile asiatico”.

Visto: “Ci sono due tipi di visti entrambi con possibilità di estensione: uno di 15 gg gratis richiedibile alla dogana, uno di 30 gg al costo di 30-35 $ richiedibile all’ambasciata”.

  1. LAOS

L’aggettivo: “Evolutiva

Il ricordo: “È una terra che sto iniziano a conoscere da pochi giorni. Ciò nonostante ho già visto un perfetto mixaggio fra tutti i territori che vivono intorno a questa terra. Con una storia piena di migliaia di vittime, che ancora oggi per colpa di una guerra segreta al mondo, porta con sé un grande e dolore marchio”.

Visto: “È di 30 gg richiedibile alla dogana e estendibile, costo 35 $”

antonio-di-guida-manuale-viaggio-asia-1

Commenti

commenti

Chi ha scritto il post

Brenda Gatta

Laureata in Comunicazione Media e Giornalismo all'Università di Firenze e specializzata alla London School of Journalism, mi occupo di comunicazione e travel writing. Amo la fotografia, dal selfie al cavalletto e senza filtri, ad eccezione del bianco e nero. Mi piace la pioggia, l'odore dei libri nuovi e ho una chitarra, che prima o poi imparerò a suonare. Nel frattempo ascolto i Beatles, leggo fumetti, guardo film imprevedibili e mi perdo nelle mostre d'arte in cerca di ispirazione.