Il Teatro del Popolo di Castelfiorentino è l’unico teatro ottocentesco dell’Empolese Valdelsa.

La costruzione iniziò il 21 febbraio 1865, grazie ad un gruppo di castellani “quasi privi di mezzi finanziari” su un terreno concesso dall’amministrazione comunale.

Tra gli estimatori della tradizione teatrale castellana, che affonda le sue radici nel Rinascimento, c’è stato anche Stendhal, di passaggio a Castelfiorentino nel 1819. Lo scrittore francese rimase colpito dalla bravura dei castellani nel narrare novelle e leggende, tanto da scrivere in “Rome, Naples et Florence”:

Le grazie del loro ingegno, la cortesia originalissima dei loro modi … paragono quella serata a quella che passai alla Scala

Teatro, con pianta a ferro di cavallo, platea e tre ordini di palchi, realizzato su progetto dell’ingegnere Gaetano Niccoli, fu inaugurato il 26 dicembre 1867 con la rappresentazione della Norma di Bellini.

Da allora si sarebbero succeduti spettacoli di prosa, opere liriche, operette, concerti vocali e strumentali, corali, avanspettacolo, spettacoli di beneficenza, manifestazioni ricreative, politiche, culturali, conferenze, dibattiti, spettacoli di illusionismo e di prestidigitazione.

Teatro del Popolo-Castelfiorentino-Manifestazione del regime fascista (1942)     Manifestazione del regime fascista, 1942

Nei primi anni del Novecento fu proposto un progetto di rinnovamento della struttura, realizzato però solo nel 1929, dopo essere stata utilizzata come magazzino di foraggi per l’esercito durante la prima guerra mondiale.

Superata la seconda guerra mondiale, senza subire danni troppo gravi, negli anni Cinquanta e Sessanta il Teatro fu il luogo preferito per le feste danzanti.

Teatro del Popolo-Castelfiorentino-Serata danzante, anni 50
    Serata danzante anni ’50

I due decenni successivi furono caratterizzati da diatribe, discussioni, litigi, ricorsi e controricorsi, tra l’Accademia degli Operosi Impazienti (che riuniva i proprietari dei palchi) e il Comune (il socio con il maggior numero di palchi), sulla gestione della struttura. Nel 1989 si arrivò  alla chiusura del Teatro, dopo che erano emerse gravi carenze in materia di sicurezza.

Dopo lunghe procedure burocratiche, nel 1998 il Comune diventò formalmente proprietario di tutto il complesso. Nel 2001 fu istituita la Fondazione del Teatro del Popolo, a cui il Comune concesse il diritto trentennale di usufrutto sull’immobile del Teatro, con l’obbligo di provvedere all’esecuzione dei lavori e alla gestione. A vent’anni dalla chiusura, nel 2009 il Teatro ha riaperto le porte completamento restaurato.

Teatro del Popolo
Piazza Antonio Gramsci, 80, 50051 Castelfiorentino
0571 633482

www.teatrocastelfiorentino.it
www.facebook.com/teatrocastelfiorentino

Commenti

commenti

Chi ha scritto il post

Brenda Gatta

Laureata in Comunicazione Media e Giornalismo all'Università di Firenze e specializzata alla London School of Journalism, mi occupo di comunicazione e travel writing. Amo la fotografia, dal selfie al cavalletto e senza filtri, ad eccezione del bianco e nero. Mi piace la pioggia, l'odore dei libri nuovi e ho una chitarra, che prima o poi imparerò a suonare. Nel frattempo ascolto i Beatles, leggo fumetti, guardo film imprevedibili e mi perdo nelle mostre d'arte in cerca di ispirazione.